SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

Nelle pagine di questo piccolo blog
troverai le preghiere alla Santa Famiglia
composte dai Santi, dai Beati e dai Sommi Pontefici ...
Cliccando sulle etichette scoprirai invece i loro insegnamenti ...
A nome di Gesù, Maria e Giuseppe: benvenuto/a!

Translate

Il mio ideale è la Santa Famiglia: Gesù, Maria e Giuseppe.
Questi tre santi Personaggi debbo amare e servire...
Oh, venga presto il giorno in cui la nostra Italia, e l'Europa, il mondo
non respiri altro che la Santa Famiglia, non veda altro che la Santa Famiglia,

non ami che la Santa Famiglia;
venga presto il momento in cui con la voce, con lo scritto, con le opere d'un cuore ardente
pubblicheremo per tutto le glorie della Santa Famiglia!
(Beato Pietro Bonilli)

My ideal is the Holy Family: Jesus, Mary, and Joseph.
These three holy Persons I must love and serve ...
Oh, may the day soon come when our Italy, and Europe, and the world
will breathe nothing but the Holy Family, will see nothing but the Holy Family,
will love only the Holy Family;
may the time come soon in which with the voice, with the writing, with the works of a flaming heart
we will publish all over the world the glories of the Holy Family!
(Blessed Peter Bonilli)





Il mondo ridiventa pagano; per
questo Iddio ci addita la Sacra Famiglia,
onde nei suoi esempi trovar le armi contro questo spirito naturalistico,

che non vuol riconoscere più alcuna religione...
La stampa è una delle armi più potenti
in mano ai nemici della Chiesa per diffondere il male;
noi la useremo per difendere i più grandi valori della fede e della morale.
Tutti i Cattolici devono impegnarsi in questa battaglia
per la gloria di Dio ed il bene dell'umanità...
La Sacra Famiglia è di continuo dinanzi a noi,
e non respiriamo, non viviamo che per Essa.
Per questo siamo in continuo moto,
perché il suo Nome sia ovunque conosciuto e glorificato.

(Beato Pietro Bonilli)

The world is becoming pagan again;
for this reason God shows us the Holy Family,
in order to find in Its examples the arms we need against this nautralistic spirit
which does not want to recognize any religion...
The printed word is one ot the most powerful weapons
in the hands of the enemies of the Church used to spread this evil;
we will use it to defend the greatest values of faith and morals.
All Catholics must engage in this battle
for the glory of God and the good of humanity...
The Holy Family is constantly before us
and we do not breathe, do not live except for Them.
For this reason we are in constant motion,
because Their Name be everywhere known and glorified.
(Blessed Peter Bonilli)



Visualizzazioni totali

martedì 4 marzo 2014

IL MESE DI MARZO IN ONORE DI SAN GIUSEPPE


(Riflessioni del beato Bartolo Longo)

 QUINTO GIORNO: LA PRESENTAZIONE DI GESU’ AL TEMPIO

La Santa Famiglia si avvia al Tempio.

Era il Signore che entrava nella propria casa.

Gesù volle essere portato sulle braccia di san Giuseppe,

per essere offerto quale olocausto,
vittima celeste ed unica.

Sopraggiunge in quel punto, mosso dallo Spirito di Dio,

il santo vecchio Simeone,
il quale benedisse solennemente i due Sposi,
e con voce profetica annunziò che quel Fanciullo,
messo a rovina ed a risurrezione di molti,
sarebbe stato esposto alla perversità degli uomini;
e che il dolore avrebbe trafitto l’anima di sua Madre
come la punta acuta di una spada.

San Giuseppe, silenzioso e rassegnato,

considerando la predizione di un avvenire sì doloroso,
chinò il suo venerabile capo alla volontà dell’Altissimo.

Colui che Iddio aveva onorato del nome e dei diritti di padre,

offrì con fede ed amore due giovani colombe,
come era ordinato dalla Legge.

Tutta la Passione del Salvatore si impresse nella candida anima di Lui,

il più santo tra i Patriarchi;
ed il suo Cuore paterno fu inondato da un mare di afflizioni.
Dal celeste splendore di Betlemme,
Giuseppe si trovò improvvisamente trasportato
tra le tenebre del Calvario.

Da quel momento tutte le azioni di Gesù erano a Lui occasione di dolore.

Se Gesù porgeva le sue mani innocenti,
gli pareva di vederle cariche di catene o trapassate dai chiodi
che dovevano configgerlo all’infame patibolo.
Gesù era una vittima, che Egli doveva conservare per il sacrificio.

FIORETTO
Fate un diligente esame della vostra anima;

trovandovi qualche affetto o inclinazione disordinata alle creature della Terra,
fatene subito una generosa offerta a Dio per la mani di san Giuseppe, ripetendo:
“Signore, io son tutto tuo e, per possedere il tuo amore,
ti sacrifico tutto me stesso e ogni affetto che a Te non piaccia”.

INVOCAZIONE
“San Giuseppe, addolorato per la Passione di Gesù,

imprimi nel mio cuore la memoria dei tuoi dolori!”.

Nessun commento:

Posta un commento