SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

Nelle pagine di questo piccolo blog
troverai le preghiere alla Santa Famiglia
composte dai Santi, dai Beati e dai Sommi Pontefici ...
Cliccando sulle etichette scoprirai invece i loro insegnamenti ...
A nome di Gesù, Maria e Giuseppe: benvenuto/a!

Translate

Il mio ideale è la Santa Famiglia: Gesù, Maria e Giuseppe.
Questi tre santi Personaggi debbo amare e servire...
Oh, venga presto il giorno in cui la nostra Italia, e l'Europa, il mondo
non respiri altro che la Santa Famiglia, non veda altro che la Santa Famiglia,

non ami che la Santa Famiglia;
venga presto il momento in cui con la voce, con lo scritto, con le opere d'un cuore ardente
pubblicheremo per tutto le glorie della Santa Famiglia!
(Beato Pietro Bonilli)

My ideal is the Holy Family: Jesus, Mary, and Joseph.
These three holy Persons I must love and serve ...
Oh, may the day soon come when our Italy, and Europe, and the world
will breathe nothing but the Holy Family, will see nothing but the Holy Family,
will love only the Holy Family;
may the time come soon in which with the voice, with the writing, with the works of a flaming heart
we will publish all over the world the glories of the Holy Family!
(Blessed Peter Bonilli)





Il mondo ridiventa pagano; per
questo Iddio ci addita la Sacra Famiglia,
onde nei suoi esempi trovar le armi contro questo spirito naturalistico,

che non vuol riconoscere più alcuna religione...
La stampa è una delle armi più potenti
in mano ai nemici della Chiesa per diffondere il male;
noi la useremo per difendere i più grandi valori della fede e della morale.
Tutti i Cattolici devono impegnarsi in questa battaglia
per la gloria di Dio ed il bene dell'umanità...
La Sacra Famiglia è di continuo dinanzi a noi,
e non respiriamo, non viviamo che per Essa.
Per questo siamo in continuo moto,
perché il suo Nome sia ovunque conosciuto e glorificato.

(Beato Pietro Bonilli)

The world is becoming pagan again;
for this reason God shows us the Holy Family,
in order to find in Its examples the arms we need against this nautralistic spirit
which does not want to recognize any religion...
The printed word is one ot the most powerful weapons
in the hands of the enemies of the Church used to spread this evil;
we will use it to defend the greatest values of faith and morals.
All Catholics must engage in this battle
for the glory of God and the good of humanity...
The Holy Family is constantly before us
and we do not breathe, do not live except for Them.
For this reason we are in constant motion,
because Their Name be everywhere known and glorified.
(Blessed Peter Bonilli)



Visualizzazioni totali

mercoledì 26 giugno 2013

Dagli scritti di San Josemaria Escrivá de Balaguer (1902-1975)

“Giuseppe era un artigiano della Galilea.
E che cosa può attendersi dalla vita
l'abitante di un villaggio sperduto come Nazaret?
Lavoro e null'altro che lavoro;
tutti i giorni, sempre con lo stesso sforzo.
Poi, terminata la giornata,
una casa povera e piccola,
per ristorare le forze
e ricominciare a lavorare il giorno dopo.

Ma, in ebraico, il nome Giuseppe
significa "Dio aggiungerà".
Dio aggiunge alla vita santa
DI COLORO CHE COMPIONO LA SUA VOLONTA'
una dimensione insospettata:
quella VERAMENTE IMPORTANTE,
quella che dà valore a tutte le cose,
QUELLA DIVINA.
Alla vita umile e santa di Giuseppe,
Dio aggiunse la vita della Vergine Maria
e quella di Gesù, Nostro Signore.

Giuseppe poteva far sue
le parole di Maria, sua sposa:
"... Perché ha guardato la mia piccolezza".

Giuseppe era infatti un uomo
su cui Dio fece affidamento
per operare COSE GRANDI.

Seppe vivere COME VOLEVA IL SIGNORE
in tutti i singoli eventi che composero la sua vita.

Per questo la Sacra Scrittura loda Giuseppe
affermando che era giusto.
E, nella lingua ebraica, giusto vuoi dire pio,
servitore irreprensibile di Dio,
esecutore della volontà divina;
significa anche buono
e caritatevole verso il prossimo.
In una parola, il giusto è colui
che ama Dio e dimostra questo amore
osservando i Comandamenti
e orientando la vita intera
al servizio degli uomini, propri fratelli”

martedì 25 giugno 2013

Dagli scritti di Sant'Alfonso M. de' Liguori (1696-1787)


“Gesù è Re dell'universo,
Maria ne è quindi Regina:
costituita Regina,
con pieno diritto possiede il Regno del Figlio”

domenica 9 giugno 2013

Dagli scritti di San Pier Giuliano Eymard (1811-1868)


Non potendo onorare in Cielo il Padre
con tale sacrificio,
Gesù Cristo ridiscende sulla terra,
s'incarna di nuovo sull'altare,
cosicché l'eterno Padre può ancora contemplarlo
povero come a Betlemme,
sebbene sia veramente Re del Cielo e della terra,
umile e obbediente come a Nazareth,
sottomesso ai suoi nemici,
ai suoi profanatori,
sino all'ignominia della Comunione sacrilega,
dolce Agnello che non si lamenta!
Tenera Vittima che si lascia immolare in silenzio!


sabato 8 giugno 2013

Dagli scritti del Beato Giacomo Alberione (1884-1971)

“E' Cuore purissimo:
amò il Signore e solo il Signore,
e nel Signore amò San Giuseppe,
i peccatori, gli infelici,
le persone dell'ambiente in cui viveva.

In Cielo vive di amore di Dio
e di amore a tutti i suoi figli”

martedì 4 giugno 2013

Dagli scritti di San José Manyanet (1833-1901)

“Tutte le famiglie amino, imitino e benedicano
la Sacra Famiglia di Nazaret!”

Dagli scritti del Can. don Paolo Bonaccia (1838-1894)

“La nostra speranza
è che il mondo sia purificato da tante iniquità
e che ritorni la pace fra il Cielo e la Terra.

Ma affinché ciò avvenga
tutti dobbiamo prender posto
nella Casa di Gesù, Maria e di Giuseppe.

Non ci stanchiamo di tendere a questa nobile meta,
fino a quando non giungeremo tutti
ad un’unità di pensieri e d’affetti
equiparabile alla concordia
che regnava fra Gesù, Maria e Giuseppe;
fino a quando non imiteremo in noi l’uomo perfetto
secondo l’immagine della perfezione
che ci presentano i tre augusti Personaggi,
fino a quando ogni casa non si sia rinnovata
sull’esempio perfettissimo di quella Nazarena”