SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

Nelle pagine di questo piccolo blog
troverai le preghiere alla Santa Famiglia
composte dai Santi, dai Beati e dai Sommi Pontefici ...
Cliccando sulle etichette scoprirai invece i loro insegnamenti ...
A nome di Gesù, Maria e Giuseppe: benvenuto/a!

Translate

Il mio ideale è la Santa Famiglia: Gesù, Maria e Giuseppe.
Questi tre santi Personaggi debbo amare e servire...
Oh, venga presto il giorno in cui la nostra Italia, e l'Europa, il mondo
non respiri altro che la Santa Famiglia, non veda altro che la Santa Famiglia,

non ami che la Santa Famiglia;
venga presto il momento in cui con la voce, con lo scritto, con le opere d'un cuore ardente
pubblicheremo per tutto le glorie della Santa Famiglia!
(Beato Pietro Bonilli)

My ideal is the Holy Family: Jesus, Mary, and Joseph.
These three holy Persons I must love and serve ...
Oh, may the day soon come when our Italy, and Europe, and the world
will breathe nothing but the Holy Family, will see nothing but the Holy Family,
will love only the Holy Family;
may the time come soon in which with the voice, with the writing, with the works of a flaming heart
we will publish all over the world the glories of the Holy Family!
(Blessed Peter Bonilli)





Il mondo ridiventa pagano; per
questo Iddio ci addita la Sacra Famiglia,
onde nei suoi esempi trovar le armi contro questo spirito naturalistico,

che non vuol riconoscere più alcuna religione...
La stampa è una delle armi più potenti
in mano ai nemici della Chiesa per diffondere il male;
noi la useremo per difendere i più grandi valori della fede e della morale.
Tutti i Cattolici devono impegnarsi in questa battaglia
per la gloria di Dio ed il bene dell'umanità...
La Sacra Famiglia è di continuo dinanzi a noi,
e non respiriamo, non viviamo che per Essa.
Per questo siamo in continuo moto,
perché il suo Nome sia ovunque conosciuto e glorificato.

(Beato Pietro Bonilli)

The world is becoming pagan again;
for this reason God shows us the Holy Family,
in order to find in Its examples the arms we need against this nautralistic spirit
which does not want to recognize any religion...
The printed word is one ot the most powerful weapons
in the hands of the enemies of the Church used to spread this evil;
we will use it to defend the greatest values of faith and morals.
All Catholics must engage in this battle
for the glory of God and the good of humanity...
The Holy Family is constantly before us
and we do not breathe, do not live except for Them.
For this reason we are in constant motion,
because Their Name be everywhere known and glorified.
(Blessed Peter Bonilli)



Visualizzazioni totali

martedì 28 giugno 2016

CONSACRAZIONE DELLA FAMIGLIA A SAN GIUSEPPE

Glorioso san Giuseppe, 
guarda a noi 
prostrati alla tua presenza, 
con il cuore pieno di gioia 
perché ci annoveriamo, 
sebbene indegni, 
nel numero dei tuoi devoti. 

Desideriamo oggi in un modo speciale, 
mostrarti la gratitudine 
che riempie le nostre anime 
per i favori e le grazie 
che continuamente riceviamo da Te.

Grazie, amato san Giuseppe, 
per i così immensi benefici 
che ci hai dispensato 
e costantemente ci dispensi. 

Grazie per tutto il bene ricevuto.

Io sono il padre (o la madre) 
di questa famiglia 
che desidera essere consacrata 
a Te in modo particolare. 

Occupati, o glorioso Patriarca,
di tutte le nostre necessità 
e delle responsabilità della famiglia!

Tutto, assolutamente tutto, 
noi affidiamo a Te. 

Animati dalle tantissime attenzioni ricevute, 
noi osiamo fiduciosamente pregarti 
di trasformare i nostri cuori 
in vulcani ardenti di vero amore. 
Che tutto quanto ad essi si avvicina,
rimanga infiammato da questo rogo immenso 
che è il Cuore Divino di Gesù!

Donaci la purezza, 
l'umiltà del cuore e la castità del corpo!

Infine, Tu che conosci meglio di noi stessi 
le nostre necessità e le nostre responsabilità, 
occupati di esse 
e accoglile sotto il tuo patrocinio!

Aumenta il nostro amore 
e la nostra devozione alla Santissima Vergine 
e conducici per mezzo di Lei a Gesù,
affinché così avanziamo sicuri 
per il cammino che ci porta alla felice eternità! 
Amen.

giovedì 23 giugno 2016

L'AVE ALLA SANTA FAMIGLIA

Ave, o Famiglia di Nazareth, 
Gesù, Maria e Giuseppe,
Tu sei benedetta da Dio 
e benedetto è il Figlio di Dio, 
che in Te è nato, Gesù.

Santa Famiglia di Nazareth, 
a Te ci consacriamo:
guida, sostieni e proteggi 
nell’amore le nostre famiglie.
Amen.

(Imprimatur + Mons. Paolo Gillet, 
Roma 6.7.1993)

martedì 21 giugno 2016

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE per domandare il suo aiuto nell'educazione dei figli

San Giuseppe, 
Sposo di Maria 
e padre verginale di Gesù, 
insegnaci ad educare i nostri figli 
con amore e serietà, 
con intelligenza e tatto.

Trasmettici la calma 
e la pazienza necessari 
davanti alle loro debolezze. 

Intercedi per noi forza e saggezza.

Rendici capaci di trasmettere loro la fede; 
trasformaci in genitori 
che pregano con i loro figli 
e che camminano con loro 
verso il Regno. 
Amen.

mercoledì 15 giugno 2016

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE per la propria famiglia

O san Giuseppe, 
Patrono delle famiglie cristiane,
a Te raccomandiamo 
tutti i componenti della nostra casa:
i genitori e i figli, gli anziani e i giovani.
Coprici sotto il tuo manto,
guidaci lungo il cammino.
Fa' che crescano sempre più 
la concordia, l'unità e l'amore vicendevole. 
Amen.

martedì 14 giugno 2016

Dalla Lettera apostolica «Neminem fugit» del Sommo Pontefice Leone XIII (14 giugno 1892)

LA SANTA FAMIGLIA, 
ECCELSO MODELLO DI OGNI VIRTÙ E SANTITÀ

A nessuno sfugge che la felicità privata e pubblica dipende in modo particolarissimo dall’istituzione familiare. Quanto più profonde radici, infatti, avrà messo la virtù in casa, con quanta più cura saranno stati formati gli animi dei figli dalle parole e dall’esempio dei genitori all’osservazione dei precetti religiosi, tanto più ricchi saranno i frutti nella comunità. Perciò interessa sommamente che la società familiare non solo sia costituita santamente, ma anche sia retta da leggi sante, e sia in essa promosso diligentemente e costantemente lo spirito di pietà e il modo di vivere cristiano.

È per questo certamente che Dio misericordioso, avendo decretato di compiere l’opera della riparazione umana aspettata a lungo da secoli, dispose il modo e l’ordinamento della stessa opera in maniera che gli stessi suoi primi inizi mostrassero al mondo l’augusto ideale della famiglia divinamente costituita, in cui tutti gli uomini vedessero un assolutissimo esemplare della società domestica e di ogni virtù e santità.

Tale fu davvero quella Famiglia Nazaretana, nella quale era nascosto il Sole di giustizia prima che risplendesse in piena luce a tutte le genti: e cioè Cristo Dio Salvatore Nostro con la Vergine Madre e Giuseppe Sposo santissimo, che svolgeva il compito di padre verso Gesù.

Nessun dubbio che fra tutte quelle lodi, che nella società e vita familiare provengono dalle mutue attenzioni della carità, dalla santità dei costumi, dall’esercizio della pietà, la più eccellente d’ogni altra sia rifulsa in quella Sacra Famiglia, che doveva essere di esempio in tutto questo alle altre.

E perciò per benigna disposizione della Provvidenza è così costituita, che i singoli cristiani, di qualunque condizione e luogo, se le prestano attenzione, possono facilmente trovare sprone ed invito alla pratica di qualunque virtù.

I padri di famiglia, infatti, hanno in Giuseppe una chiarissima norma della vigilanza e della provvidenza paterna; le madri hanno nella Santissima Vergine Madre di Dio un esempio insigne dell’amore, verecondia, sottomissione d’animo e perfetta fede; i figli poi hanno in Gesù, che «era sottomesso a loro», un divino esemplare di obbedienza da ammirare, venerare, imitare.

Chi è nato nobile, imparerà dalla Famiglia di sangue regale come dominarsi nella buona fortuna e conservare la dignità nella cattiva; i ricchi impareranno da essa quanto si debbano posporre le ricchezze alle virtù.

Gli operai poi, e tutti quelli che specialmente ai nostri tempi si irritano tanto aspramente per le strettezze di famiglia e per l’umile condizione, se guarderanno i santissimi conviventi di quella società familiare, avranno motivo di compiacersi, più che di dolersi, della condizione toccata loro. Hanno, infatti, in comune con la Sacra Famiglia le fatiche, in comune le preoccupazioni della vita quotidiana; anche Giuseppe dovette provvedere col suo salario alle necessità della vita; che anzi le stesse mani divine attesero al lavoro del carpentiere.

Non è quindi affatto da stupirci se uomini sapientissimi, ricolmi di ricchezze, abbiano voluto disfarsene e scegliersi la povertà in compagnia di Gesù, Maria e Giuseppe. Per tutto questo a buon diritto tra i cattolici il culto della Sacra Famiglia ben presto introdotto riceve sempre maggior incremento.

E veramente non si può pensare nulla di più salutare o efficace per le famiglie cristiane dell’esempio della Sacra Famiglia, che racchiude la perfezione e il compimento di tutte le virtù familiari.

… Gesù, Maria e Giuseppe stiano propizi tra le pareti domestiche, nutrano la carità, dirigano i costumi, inducano alla virtù con la loro imitazione e rendano più tollerabili i dolori, che da ogni parte incombono sui mortali, lenendoli.

Nell'immagine: "Santa Famiglia" di Rafael Flores, 1857.

lunedì 13 giugno 2016

PREGHIERA A SAN GIUSEPPE per domandare la sua intercessione

San Giuseppe, padre castissimo del Bambino divino, 
Sposo verginale della Madre di Dio,
potentissimo Protettore della santa Chiesa, 
noi veniamo a Te 
per raccomandarci alla tua protezione. 

Tu non hai cercato niente in questo mondo, 
se non la gloria di Dio ed il bene del prossimo. 

Hai dato tutto al Salvatore, 
Egli era la tua gioia. 

Il suo sguardo riposava compiaciuto
sulla tua vita semplice e nascosta in Lui. 

San Giuseppe, 
noi veniamo verso di Te 
con gran fiducia. 

Tu conosci alla luce di Dio 
le nostre preoccupazioni, i nostri problemi e le nostre pene.

Noi raccomandiamo alla tua sollecitudine paterna 
questa faccenda particolare.

La mettiamo nelle tue mani 
che un tempo salvarono Gesù Bambino. 

Ma ancor prima, o amatissimo santo, 
implora per noi la grazia 
di non separarci mai da Gesù 
a causa del peccato mortale, 
di conoscerlo e di amarlo sempre di più, 
così come la sua santa Madre.

Aiutaci a vivere sempre alla presenza di Dio, 
di fare tutto per la sua gloria
e per il bene delle anime 
e di giungere, un giorno, con i nostri cari 
alla visione beata della SS. Trinità 
per lodarla eternamente con Te. 
Amen.

sabato 11 giugno 2016

Dagli scritti del beato Pietro Bonilli (1841-1935)

Gesù, Maria e Giuseppe
vogliono l'eterna salvezza 
delle anime vostre. 

Non rispondete voi 
alla loro chiamata? 

Ardono d'infinito amore verso di voi!

Nell'immagine: "Sacra Famiglia" di Jacques Stella, XVII secolo.

giovedì 9 giugno 2016

A SAN GIUSEPPE per le anime del Purgatorio

San Giuseppe glorioso,
così benigno e compassionevole 
con tutti coloro che soffrono, 
guarda con affetto 
e soccorri con generosità
le anime benedette del Purgatorio,
particolarmente quelle dei miei parenti, amici e conoscenti, 
e quelle persone per le quali 
sono più obbligato a pregare. 

Oh, per pietà, mio Santo,
 non abbandonarle! 

Non volgere le spalle alle loro disgrazie! 

E poiché il tuo potere ottiene di soccorrerle, 
discendi, o benedetto, 
nel luogo dei loro supplizi; 
consolale, fortificale, rompi e spezza le loro catene, 
e conducile presto in Paradiso, 
dove possano lodare Dio 
per tutti i secoli dei secoli. 
Amen. 

mercoledì 8 giugno 2016

PREGHIERA DI AFFIDAMENTO al Cuore castissimo di san Giuseppe

O glorioso san Giuseppe, 
Padre amorevole di chi in Te confida, 
oggi e sempre mi affido al tuo Cuore castissimo, 
tutto di Gesù e di Maria.

Proteggimi dagli attacchi del maligno, 
sii Tu lo scudo sicuro nelle tentazioni!

Accoglimi per sempre nel tuo Cuore di Padre 
con quanti a me si raccomandano, 
particolarmente (…). 

Amen. 

martedì 7 giugno 2016

A SAN GIUSEPPE per i bambini nel grembo della madre

O glorioso San Giuseppe, 
Protettore della Santa Famiglia, 
proteggi nel grembo della loro madre 
tutti i bambini che il Signore chiama alla vita, 
come tu stesso hai protetto il Bambino Gesù 
nel grembo verginale di Maria.

San Giuseppe, 
custode, capo e difensore dalla Santa Famiglia,
intercedi affinché rinasca l'amore 
ed il rispetto del dono della vita. 
Amen. 

domenica 5 giugno 2016

A SAN GIUSEPPE per domandare la sua intercessione


Glorioso san Giuseppe, 
Sposo di Maria e Padre verginale di Gesù, 
pensa a me, veglia su di me!

Insegnami a lavorare per la mia santificazione 
e prendi sotto la tua pietosa cura 
i bisogni urgenti che oggi io affido 
alle tue sollecitudini paterne!

Allontana gli ostacoli e le difficoltà 
e fa' che il felice esito di quanto ti chiedo 
sia per la maggior gloria del Signore
e per il bene dell'anima mia!

E in segno della mia più viva riconoscenza,
ti prometto di far conoscere le tue glorie,
mentre con tutto l'affetto benedico il Signore 
che ti volle tanto potente in Cielo e sulla Terra.

Amen.

ORAÇÃO A SÃO JOSÉ

Glorioso São José, 
Esposo de Maria, e Pai virginal de Jesus, 
pensa em mim, e vela sobre mim!

Ensina-me a trabalhar pela minha santificação 
e deixa-me sob os teus piedosos cuidados 
e as necessidades urgentes que hoje eu confio 
à tua solicitude paterna!
Afasta os obstáculos e as dificuldades 
e faz que o exito final do quanto te peço 
seja para maior glória do Senhor
e para o bem da minha alma!

Como sinal da minha profunda gratidão,
te prometo fazer conhecer a tua glória,
enquanto com todo o carinho bendigo o Senhor
que te quer tão potente tanto no céu como na terra.

Amem.

giovedì 2 giugno 2016

ATTO DI AFFIDAMENTO A SAN GIUSEPPE


Da ripetersi ogni giorno


San Giuseppe, io mi consegno a Te.

Ti consacro la mia anima e il mio corpo,
il mio cuore e tutta la mia vita.

Illumina i miei passi.

Difendimi dal maligno.

Conducimi a Cristo.

Amen.

mercoledì 1 giugno 2016

*** Le meditazioni del Canonico Don Paolo Bonaccia (1838-1894) ***


I TRE SACRI CUORI 
DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE

Il Figlio di Dio, fattosi uomo, 
volle per tanti anni vivere unito 
a Maria e a Giuseppe nella Casa di Nazareth. 

In questa terra d’esilio, 
la Trinità divina non vide mai unione più bella 
di quella che regnava tra loro. 
Gesù era il centro di quella Casa. 

Il suo Cuore divino 
traeva a sé i Cuori di Maria e di Giuseppe 
ed essi riposavano nel Cuore di Cristo. 

E poiché nessuna creatura 
amò più Dio della Vergine, 
così nessuno più di Maria 
fu unito a Dio e a Gesù. 
Il Cuore dell’Immacolata riposava dov’era il suo tesoro, 
ed il suo tesoro era Gesù. 
Nessuna mente, né umana, né angelica, 
potrà mai comprendere quale unione
vi fosse tra la Madre e il Figlio nella santa Casa. 
Nel silenzio di quelle sacre mura, 
nell’intima conversazione, nella contemplazione, 
l’intensità dell’unione cresceva a dismisura in ogni istante: 
quei due Cuori si avvicinavano, 
si univano, si identificavano. 

Giuseppe, infine, fu una cosa sola
con Maria e con Gesù. 
Per manifestare la sua unione con Gesù, san Paolo diceva: 
- Non son più io che vivo, ma Cristo vive in me. 
Ora, a maggior ragione, Giuseppe può affermare: 
- Non son più io che vivo, 
ma Maria e Gesù vivono in me. 
Io non ho cuore che per amarli, 
non ho spirito che per pensare a Loro. 

O santa Casa di Nazareth, 
gli Angeli contemplano estatici l’unione 
dei pensieri, delle volontà e degli affetti 
che regna in Gesù, Maria e Giuseppe
che dimorano in te! 

La stessa Trinità divina si compiace
nel vedere tre Cuori in un sol Cuore,
tre volontà in un’unica volontà. 

Quale ricchezza per le case 
se esse giungeranno ad imitare l’unione 
di Gesù, Maria e Giuseppe nella Casa Nazarena! 
Sembra che non si possa desiderare altro, 
affinché il Cielo discenda in Terra, 
o la Terra si converta in Cielo.